Valvole termostatiche radiatori

Obbligo delle valvole termostatiche per radiatori

indice news >> Riscaldamento e condizionamento >> Obbligo valvole termostatiche per radiatori

Dal 1º gennaio 2017 scatta l’obbligo, per tutti gli immobili dotati di riscaldamento centralizzato, di installare su ciascun radiatore le valvole termostatiche con i contabilizzatori di calore. Ce lo impone l’Europa, attraverso il recepimento della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, che dovrà portare ad una riduzione dei costi per la spesa energetica di ogni abitazione. Cosa sono le valvole termostatiche e a cosa servono? Porteranno un effettivo risparmio energetico ? Quanto costeranno ? Queste sono le tre principali domande a cui vorrei dare risposta. Le valvole termostatiche permettono di regolare in maniera autonoma le temperature dei diversi locali. Consentono infatti di escludere automaticamente il radiatore o termosifone, interrompendo il flusso di acqua calda, nel momento in cui il locale ha raggiunto la temperatura impostata. È infatti molto comune, soprattutto per appartamenti con diverse esposizioni o a più piani, che le temperature nei diversi locali siano diverse, a volte anche di diversi gradi. Attraverso le valvole termostatiche siamo in grado di controllare automaticamente le temperature di ogni locale. I contabilizzatori di calore servono invece a quantificare il calore effettivamente consumato in modo da suddividere le spese in proporzione a quanto ciascun condomino realmente consuma. In Lombardia e Piemonte, l’obbligo delle valvole termostatiche è già vigente dal 2014.

L’installazione delle valvole termostatiche porterà ad un effettivo risparmio energetico e quindi ad una riduzione dei costi? Diverse sono le variabili da considerare, oltre ai costi per l’installazione delle valvole termostatiche (indicativamente dagli 80 ai 120 € ciascuna, inclusa manodopera) occorre considerare anche la conduzione dell’appartamento da parte del proprietario o locatario, l’isolamento termico dell’immobile, il tipo di serramento installato, l’età dell’edificio, il tipo di caldaia installata,... Una simulazione del Sole 24 Ore. per un appartamente di 80 mq dotato di 6 termosifoni, ha stimato un costo di 1.055 € per l’installazione delle valvole termostatiche. Sicuramente da sola la valvola termostatica non permette grossi guadagni, soprattutto se si abita in una casa a bassa efficienza energetica con elevate dispersioni di calore. In molti casi inoltre il costo dell’intervento può richiedere diversi anni prima che venga ammortizzato. In diversi siti trovate che l’installazione delle valvole termostatiche può può portare a risparmi tra il 10% ed il 30%. Può anche essere vero, ma se vengono abbinate ad una corretta conduzione e manutenzione dell’immobile.

Contabilizzatori di calore: l’obbligo di installare i contabilizzatori di calore, comporta l’adeguamento delle tabelle di ripartizione con conseguente modifica delle spese condominiali. Le spese di riscaldamento andranno ripartite tra le diverse unità immobiliari in proporzione alle letture dei contatori di calore. Solo una parte minima della spesa, dovrà essere suddivisa in base ai millesimi, a compensazione dei costi comuni e delle dispersioni di calore dell’impianto di riscaldamento. Tutto questo può comportare penalizzazioni (e quindi minori risparmi) per i proprietari di appartamenti che si trovano al primo o all’ultimo piano o confinanti con un appartamento non utilizzato (e quindi non riscaldato), in quanto avranno pavimenti, pareti divisori o soffitti che danno verso l’esterno o verso locali non riscaldati (maggiori dispersioni energetiche e quindi consumi più elevati).

Indipendentemente da tutto ciò l’installazione delle valvole termostatiche per chi abita in edifici con riscaldamento centralizzato diventerà obbligatoria. I condomini che hanno già programmato entro il 31 dicembre 2016 la sostituzione della caldaia dovranno adeguarsi, tenendo conto le agevolazioni fiscali a cui possono accedere nel caso di adeguamento dell’impianto termico (detrazione 65%) sono state prorogate al momento fino al 31 dicembre 2015. Ricordo anche che per chi non si adeguerà alla legge entro la data prevista, sono previste sanzioni amministrative fino ad un massimo di 2.500 €.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI









Accetta Rifiuta


Torna ad elenco produttori TORNA ALL’INDICE DELLE NEWS